Giorgio Nullo Foà e Doralice Muggia

Giorgio Nullo Foà, nato nel 1919 a Parma, era stato studente del liceo classico “G. D. Romagnosi”. Dopo la fine degli studi aveva iniziato a lavorare come commesso nel negozio di sementi di Achille Bonelli, situato in pieno centro città, in piazza Garibaldi, dove oggi si trova la “pietra d’inciampo” che lo ricorda. Fu arrestato il 15 settembre 1943 da militari tedeschi, che lo prelevarono proprio sul posto di lavoro. Foà trascorse un periodo in carcere a Milano, per poi essere trasferito con il convoglio n. 05 del 6 dicembre 1943 nel campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau. Non sopravvisse alle condizioni terribili del campo e pochi mesi dopo, morì, il 4 febbraio 1944.

Allo stesso destino andò incontro la madre di Giorgio Nullo, Doralice Muggia. Nata il 2 giugno 1876 a Colorno, sposata con Enea Foà, avvocato, con lui ebbe due figli, Gastone e Giorgio Nullo. Gastone, anch’egli avvocato, espatriò in Palestina allo scoppio della guerra. La donna non godeva di buone condizioni di salute. Essendo ormai anziana e malata, era considerata inutile, inservibile dai nazifascisti, in primo luogo in quanto non poteva più riprodursi - e dunque, nella terribile concezione razzista dei nazisti, perpetuare la stirpe ebraica - ma anche perché non poteva nemmeno lavorare. Alla luce di questa situazione non fu arrestata subito, nel 1943, come molti altri ebrei. Solo quando Hitler decise di portare la "soluzione finale" alle sue estreme conseguenze fu prelevata da casa, nel 1944 e tradotta al campo di Bolzano. Morì poco lontano, a Merano, in stato di detenzione. Era il 15 maggio 1945 e non sarebbe mai più riuscita a vedere né Giorgio Nullo, né Gastone, né Enea per un’ultima volta.

Non possediamo fotografie né di Giorgio Nullo, né di Doralice. Di loro, peraltro, non si è più saputo nulla per diverso tempo dopo la guerra. Ciò che sappiamo di loro siamo riusciti a ricostruirlo grazie ai documenti raccolti nel corso dei decenni e conservati da diversi soggetti. Alcuni di questi materiali vengono ora riportati su questa pagina.